fbpx

Frozen Shoulder, spalla congelata

In quest’articolo vorrei raccontarti come ho risolto, grazie all’esercizio fisico e all’utilizzo di integratori, un problema alla spalla.

Fra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 fui colpito da una patologia rara chiamata Frozen Shoulder, ovvero spalla congelata.

Iniziai ad accorgermene quando, andando in bicicletta, prendevo dalle tasche posteriori il telefono o le chiavi di casa e non riuscivo ad arrivarci.

Il problema peggiorò a tal punto che non riuscivo più neppure ad infilarmi i vestiti.

L’ ortopedico mi fece un paio di infiltrazioni ma la spalla era totalmente congelata e non riuscivo più ad alzare ed arretrare il braccio.

Feci 3 mesi di fisioterapia per riprendere la mobilità, fortunatamente la spalla er recuperabile.

Oltre alla mobilità, persi tutta la tonicità muscolare di spalle e braccia. Fare un piegamento sulle braccia era praticamente impossibile.

Abbinando integratori Fitline, in particolare Artifit ed Amino, oggi ho recuperato totalmente ed anzi ho acquisito totale mobilità e tutta la mia forza di un tempo.

Oltre al ciclismo, sopratutto nei mesi invernali, faccio stretching  e potenziamento muscolare

Piegamenti, trazioni alla sbarra, manubri e pesi, facendo molta attenzione al riscaldamento durante i primi 10-15 minuti

Ogni giorno, a periodi alternati faccio uso di Artifit per il benessere delle articolazioni, spesso miscelato con Restorate la sera o con Activize al mattino

Dopo l’allenamento, Amino per il recupero muscolare e per poter proseguire l’ allenamento anche nei giorni successivi.

Non ho mai dolori o indolenzimenti dopo le sessioni, nonostante i miei primi 54 anni.

Condividi questo post !

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email